FantasyMerdazine

La tua Guida Online per non calpestare la Merda

Come scelgono i libri nelle librerie

Posted by Smerdacchio su 26 marzo 2008

Massimo Citi su Fronte & Retro spiega in che modo venga deciso in una libreria quali libri acquistare:
http://fronteretro.blogspot.com/2008/03/nel-retrobottega.html

Estratto…

Aspettarsi poi che un promotore possa esprimere una qualche opinione sensata sui libri che propone è quantomeno illusorio. I promotori «subiscono» le presentazioni dei libri da parte di autori e responsabili commerciali nel corso di raduni aziendali più o meno fantozziani dove vengono ammaestrati a ripetere a pappagallo le colossali fanfaronate escogitate da individui (l’ufficio commerciale del gruppo editoriale) che hanno idee molto teoriche sul funzionamento di una libreria.
[…]
L’unica guida per chi acquista sono le presentazioni del catalogo delle uscite.
Un testo non molto più lungo e dettagliato di una normale quarta di copertina, con bio e foto dell’autore, occhiello molto appariscente […] e un riassunto al max di una ventina di righe per un romanzo di tre o quattrocento pagine.
[…]
Anche perchè dopo un po’ si impara che quasi tutto quello che compare nel catalogo delle prossime uscite è attendibile quanto un numero del Volkische Beobachter o della Pravda.
E si agisce di conseguenza.

Fronte & Retro può essere un nuovo blog interessante da seguire. Forse.

Posted in Articoli e Post, Editoria | 1 Comment »

Vademecum per lo scrittore esordiente

Posted by Angra su 19 febbraio 2008

Ci segnalano questo Vademecum per lo scrittore esordiente pubblicato da Luca Oleastri (che non conosciamo ma salutiamo) sul suo blog. Il vademecum di Luca traccia un quadro un po’ cinico ma secondo noi realistico (l’autore ha lavorato nell’editoria) della condizione dello scrittore emergente in rapporto alle case editrici.

Un estratto:

Se poi il vostro romanzo è buono è anche meglio, ma non è obbligatorio.

Fare lo scrittore sul serio è UN LAVORO DI CARATTERE IMPRENDITORIALE, e siccome il premio finale potrebbe essere grosso, richiede degli investimenti anche cospicui di tempo, di danaro e di grande pazienza… E UNA CERTA FACCIA DI BRONZO.
Non basta solo scrivere più o meno bene o avere in serbo la “trama dell’anno”.

QUESTA E’ LA PURA E DURA VERITA’, LA PURA E DURA REALTA’, QUINDI, A MENO CHE NON PORTIATE A TERMINE CON SUCCESSO LE VOSTRE “PUBBLICHE RELAZIONI”, NON FATEVI IL VIAGGIO DELLO SCRITTORE (L’UOMO COMUNE CHE SI FA DA SE’) CHE VIENE “SCOPERTO” DALLA GRANDE CASA EDITRICE, PERCHE’ E’ UNA FANTASIA ATTA AD ALIMENTARE LE PERSONE PURE DI SPIRITO MA SCARSE IN MATERIA DI REALPOLITIK…

TUTTO IL RESTO E’ SFORZO INUTILE, PURA VELLEITA’…

Visto così sembra davvero cinico, ma alla fine il vero consiglio di Luca è di fregarsene e godersi la vita. Come dargli torto?

Posted in Articoli e Post, Bei Siti, Editoria | 2 Comments »

E’ saltato il tombino e ne esce roba a profusione

Posted by Smerdacchio su 14 febbraio 2008

E’ saltato il tombino.

Pessime giornate per noi, per alcuni frequentatori di questo piccolo blog e, suppongo, anche per quelli che si sono incazzati contro i siti che in buona fede linkiamo.

In meno di due giorni abbiamo scoperto che:
1) Fantasy Magazine (d’ora in poi FM), la più famosa rivista online italiana dedicata al Fantastico, si sente offesa dal nostro nome;
2) certuni irritati dalla semplice esistenza del nostro misero sitarello, ritenuta offensiva come lo è quella di Israele per l’Iran o quella di Taiwan per la Cina, perde le staffe e comincia a scannare gente che con noi non c’entra niente.

Come socio fondatore del sito posso solo dire di non essere contento della piega presa dagli eventi, né dei toni accesi e denigratori di certi utenti di FM emuli dei bravi di manzoniana memoria, né del fatto che in mezzo ci sia finito per primo Taotor. Per fortuna Gamberetta, che abbiamo la colpa di aver linkato, ha subito preso le distanze da noi chiarendo la sua posizione. Meno male, mi sarebbe dispiaciuto se fosse rimasta malamente coinvolta pure lei.

La prima cosa che mi ha stupito quando ho scoperto che su FM qualcuno si riteneva offeso dal nostro nome è stato che nessuno ci aveva detto nulla. Abbiamo i commenti abilitati e abbiamo una mail pubblica: niente di più facile che dirci «riteniamo il vostro nome troppo simile al nostro, cambiatelo».
Nessuno lo ha fatto. Forse temevano che avremmo avuto la gentilezza di acconsentire togliendo loro il divertimento di scatenare la loro piccola personale Jihad.

Ecco il link in cui appare la segnalazione del nostro blog su FM:
http://www.fantasymagazine.it/forum/viewtopic.php?p=478636#478636

Segnalazione anche sbagliata dato che Kiraliel Hydara parla di “versione parallela di FM”, cosa che questo blog non è e lo si può facilmente dimostrare:
1) FM è una rivista online con articoli, interviste, recensioni e un forum di discussione mentre FantasyMerdazine è solo una raccolta di link ad articoli di altri siti accomunati dal minimo comun denominatore della consapevolezza critica nei riguardi di alcuni temi (vedesi: https://fantasymerdazine.wordpress.com/about/ ).
2) FM ha una precisa forma esteriore con colori, logo, struttura propria e particolare mentre Fantasy Merdazine differisce per colori, forma, logo… in pratica non richiama FM alla vista né ne fa la parodia in alcun modo.

Unica, vaga, somiglianza nel nome.
Si, è vero, c’è una assonanza tra i due nomi, ma è colpa nostra se Fantasy Magazine è un nome tanto banale? Rivista Fantasy. Ce ne sono mille altri di Magazine anche in Italia: “Muscle Magazine” (detto anche MuscleMag, rivista di culturismo), “Magnum Magazine” (rivista sulle armi da fuoco) e tante altre ancora.

Dato che noi trattiamo solo il peggio di un dato settore, proprio per fornire una guida utile a evitarlo, cosa c’è di male nel definire il peggio “merda” (a parte la scarsa raffinatezza della cosa) e quindi trasformare un Magazine in un Merdazine? Essendo un Merdazine dedicato al Fantasy è presto costruito Fantasy Merdazine.
Siamo letteralmente la Rivista dedicata al peggio (la merda) del Fantasy. Chiunque abbia dato un’occhiata a questo sito, fin dal titoletto in cima, ha ben chiaro che il nome non indica in alcun modo una parodia dell’originale FM Merdazine sta a indicare che FM faccia schifo (basta FM stessa ad autoindicarsi in tal senso), ma solo che noi siamo la Merdazine e non loro. Cosa c’è di offensivo in questo? Noi facciamo il nostro lavoro e loro fanno il loro.

Anche in questo caso è facile dimostrare come l’intento del nostro nome non sia certo denigratorio o offensivo o lesivo in qualsiasi modo dell’immagine di FM:
1) manca qualsiasi riferimento per contenuti, struttura e colori a FM;
2) manca qualsiasi post che in qualche modo dileggi e offenda FM che quando appare citata lo è solo perché se ne parla in post di altri siti che abbiamo linkato;
3) il nostro nome non è per definizione oggettiva offensivo nei riguardi di FM come sopra dimostrato e chi vuole pensarla in modo diverso o è uno stupido o è in malafede o ha molta fantasia (perché no? il Fantastico è bello e la fantasia ne è alla base).

Tanto lamentarsi, tanto sdegnarsi, perfino la grave accusa non dimostrata né dimostrabile di diffamazione da parte di un Moderatore del forum di FM:

http://www.fantasymagazine.it/forum/viewtopic.php?p=479030#479030 scritta da Garrett
Fossero solo satira e parodie…

Quella è diffamazione.

Si arrivano a ipotizzare accuse di diffamazione, forse a scopo intimidatorio nella speranza che noi le si legga, in un modo che ricorda un picciotto che suggerisce al negoziante: «Se non paghi la protezione magari succede che qualche pazzo ti spacca tutto e noi non ci siamo ad aiutarti…».
Velate minacce di ripercussioni legali.

E, dopo tutto questo scalpore che avremmo causato (???), nessuno di FM si degna di mandarci una mail civile per informarci del proprio disagio e per chiederci di cambiare nome.

Forse non gliene fregava poi tanto se nemmeno si sono presi la briga di lamentarsi coi diretti interessati.
Abbiamo scoperto, con sorpresa e stupore, il fattaccio da soli grazie anche alla segnalazione di un lettore preoccupato.

La diffamazione non è né provata né esistente, solo vagheggiata da certuni, ma esiste qualcos’altro che noi potremmo contestare loro: le calunnie e gli insulti.

http://www.fantasymagazine.it/forum/viewtopic.php?p=478835#478835 di Adamsberg
Ricordiamoci sempre che la madre dei cretini è sempre incinta

L’ignoranza su cosa sia questo sito è ben espressa dal commento, per quanto civile e perfino condivisibile, sotto riportato:

http://www.fantasymagazine.it/forum/viewtopic.php?p=478838#478838 di Gealach
Secondo me, gestito con intelligenza, il blog che Kiraliel ha segnalato sarebbe ottimo. Ma già dalla scelta del titolo e dai toni che usano si sono rovinati da soli. Criticare va bene, ma che lo facciano con un minimo di rispetto…

“Quali toni?” Mi domando e “Quali critiche avremmo dovuto fare con un minimo di rispetto?”.
Abbiamo solo inserito una lista di link suggerendone man mano la consultazione ai nostri lettori. Non abbiamo espresso idee nostre né critiche a parte il nostro Manifesto contenutistico:

FantasyMerdazine è una raccolta di segnalazioni di articoli, commenti, discussioni e siti che hanno il coraggio di denunciare lo schifo imperante nel genere Fantasy, attraverso le sue varie manifestazioni, e nel mondo dell’editoria.

FantasyMerdazine è contro il lecchinaggio, contro le recensioni scritte per adulare l’ultimo romanzaccio di qualche potente e ricco editore, contro tutti coloro che dicono «perké farsi domande??? intelletualoiddi spegniete il cervello ke è FANTASI!!111!!!».

FantasyMerdazine vuole stimolare una mentalità critica nel pubblico che consuma prodotti Fantasy attraverso la segnalazione di coloro che hanno deciso di tirar fuori il coraggio di dire ad alta voce che la merda puzza e che Fantasy non significa Stupido.

FantasyMerdazine non ospita o produce in sé articoli, ma si limita a far conoscere e al più commentare quello che i liberi pensatori del Fantasy hanno scritto nei loro spazi online: non siete soli a combattere contro il muro di gomma della cialtroneria.

FantasyMerdazine supporta la diffusione gratuita dei libri in formato elettronico come mezzo per contrastare il meccanismo perverso dell’editoria che si nutre dello schifo grazie alle vendite a scatola chiusa, che non è disposta a rischiare con prodotti di qualità e che se ne infischia dei lettori.

FantasyMerdazine è al servizio del consumatore, non degli interessi economici degli editori.

Questo manifesto è tanto sbagliato?
Si può onestamente considerarlo offensivo?
Provocano tanto orrore concetti come “mentalità critica”, “il Fantasy non è per forza Stupido”, “diffusione gratuita dei libri” e “al servizio del consumatore”?
Mi sembra un chiaro manifesto in favore e a difesa del buon Fantasy.

Checché ne pensino su FM il nostro interesse non è certo scatenare lotte, litigi, dissensi o quant’altro anzi, sono stati gli utenti di FM in primis a scatenare la loro piccola Jihad contro gli infedeli macchiatisi del crimine di aver liberamente espresso le proprie idee come Taotor.

Una piccola e limitata raccolta di delizie sputate contro Taotor nella discussione in cui è stato bersagliato di critiche gratuite:

Franz (Franco Clun, uno dei personaggi chiave della Delos e di FM):
Scrittore? Hai pubblicato qualcosa?

Edwin di Wytryn
(Luca Azzolini, recensore per FM):
Io fossi in te mi vergognerei, sai?

metalupo
(chi segue FM lo conosce per le frequenti uscite da troll navigato con cui cerca di innescare Flame facendosi forte della sua anzianità sul forum):
Ce n’è di gente in preda a ormoni in tempesta.

Marina
(autrice pubblicata da Delos, esperta dell’universo di Harry Potter):
Quelli di un blog veramente porello, ma porello di brutto

Negróre
(scrittore fantasy triestino edito in passato da Nord):
Vergognatevi (tu e chi la pensa come te).

In più si vedano gli illuminanti commenti di un Troll proveniente da FM che ha cominciato a vomitare sciocchezze con un tono aggressivo, forse nel rispetto della politica ufficiosa di gettare benzina sul fuoco?

Mi dispiace che, a causa del polverone scaturito dal nulla e alzato ad arte da certuni per scaldare i toni, il povero Taotor sia finito nel mezzo a fare da bersaglio della rappresaglia di FM. Come era? Dieci italiani per ogni tedesco? Ma si tratta di un altro caso e di un altro secolo, non della civile e pacata FM e del secolo ventunesimo…

Una persona che si dice vicina a Delos e a FM, Federico Storni, ha scritto un bell’articolo che spiega la situazione degenerata e invita alla distensione: invito che io accolgo volentieri.

Quindi, per concludere, anche se non sono stato direttamente informato dagli interessati, io (Smerdacchio) per primo mi offro di cambiare il nome di questo sito (con relativo URL e banner) anche se non ho alcun obbligo a farlo pur di fare in modo che i toni diventino meno accesi.

Se non ci si può aspettare la dovuta ragionevolezza e maturità da FM dobbiamo essere noi a sacrificare un nostro diritto e ignorare gli insulti pur di ristabilire la quiete, nella speranza che nessun altro divenga vittima di ulteriori sciocche rappresaglie.

Basta che qualcuno che si firmi come responsabile di FM invii una mail a fantasymerdazine@gmail.com con la richiesta di cambiare nome, magari corredata da un “per favore” che però non è obbligatorio per cui omettetelo pure se vi pesa troppo chiedere un favore con educazione.
Lo faremo con gioia e celerità. Basta chiedere, come fanno le persone civili.

Posted in Riflessioni | 22 Comments »

Riguardo le case editrici a pagamento…

Posted by Smerdacchio su 11 febbraio 2008

Articolo di Gamberetta per Fantasy Gamberi. Spiega per quale motivo uno scrittore, che sia mosso dall’avidità o dalla fame di gloria o dalla semplice voglia di comunicare con il pubblico, dovrebbe evitare le case editrici a pagamento.
http://fantasy.gamberi.org/2007/11/01/sulle-case-editrici-a-pagamento/

Estratto…

L’ultima ragione per la quale un autore prova a pubblicare un libro è per far leggere le proprie storie agli altri. Mi rendo conto che sia una ragione flebile rispetto alla vanità o all’avidità, ma esistono davvero persone che hanno quest’idea folle in testa!

In quest’ambito, i servizi che una casa editrice a pagamento offre sono:

  • editing del manoscritto.
  • stampa del libro.
  • distribuzione del libro.
  • promozione del libro.

Partiamo dal primo punto: editing del manoscritto. È un mito! Le case editrici a pagamento prendono il manoscritto così com’è e così com’è lo stampano, senza neanche passarlo al controllo ortografico di un programma di elaborazione testi. Se si spera di avere l’aiuto di un editor, non lo si avrà. Fra l’altro anche se si viene pubblicati da una casa editrice “normale” è abbastanza difficile trovare un editor competente, specie nella narrativa di genere. Ma questo sarà argomento per un altro articolo.
Se non vi fidate, cercate in rete estratti da libri pubblicati a pagamento e passateli in OpenOffice.org Writer o Word e guardate quanti errori ci sono.
Di editing vero e proprio poi non ne parliamo: la casa editrice a pagamento non cambierà una virgola. Anzi no, forse una virgola la cambierà, e poi chiederà ulteriori 300 euro per spese di editing.

Spassoso. Include FAQ per gli scrittori emergenti attirati dall’editoria a pagamento.

Posted in Aggressivo, Articoli e Post, Editoria, Riflessioni | 17 Comments »

Ebook e distribuzione gratuita

Posted by Smerdacchio su 5 febbraio 2008

Un articolo molto completo di Gamberetta sugli ebook e sulla loro distribuzione gratuita:
http://fantasy.gamberi.org/2008/01/07/ebook-e-distribuzione-gratuita/

Estratto…

Un ebook è un libro in formato digitale. In pratica è un file che contiene almeno il testo del libro in questione, e nella maggior parte dei casi preserva anche impaginazione, eventuali illustrazioni e quant’altro.
[…]
In quanto agli autori che distribuiscono gratuitamente il loro lavoro, sono ovunque. In Italia sono ancora pochi, specie se si parla di autori affermati (i più famosi che adoperano questa politica sono i Wu Ming), ma all’estero l’idea della distribuzione libera si sta sempre più facendo strada.

Un colpo a segno in più nella lotta per la distribuzione gratuita delle opere letterarie.
Hurrà!

Posted in Articoli e Post, Editoria, Riflessioni | 1 Comment »

La nemesi di Licia Troisi

Posted by Angra su 4 febbraio 2008

Sul blog Gamberi Fantasy l’implacabile Gamberetta passa sopra a Licia Troisi coi cingoli. Poi fa marcia indietro e le ripassa sopra, poi di nuovo, poi scende dal carrarmato e le dà un colpo con la pala e infine promette che la tirerà sotto di nuovo non appena uscirà dall’ospedale. Metaforicamente, si intende.

Sublime.

Ben tre recensioni sui primi tre romanzi, che hanno creato una tale risonanza da indurre Mondadori stessa, nella persona dell’editor e scrittore Sandrone Dazieri, a intervenire sul blog. Non succede mica tutti i giorni, sapete?

Qui trovate le tre recensioni di Gamberetta più un’anticipazione sulla seconda trilogia:

Nihal della terra del vento

La missione di Sennar

Il talismano del potere

Dalle cronache alle guerre del mondo emerso

Un assaggino:

…spunta un nuovo orrore, la Troisi poetessa!

Luce, mia luce,
Dov’è la mia luce?
L’ombra l’ha avvolta
Nel suo tenebroso seno l’ha accolta.
Sole, mio sole,
Dov’è andato il mio sole?
La notte l’ha rubato
Nel buio profondo l’ha agguantato.
Vita, mia vita,
Dov’è la mia vita?
Dalle mia dita è fuggita
Come un fiore tra i rovi è appassita.

Martello, mio martello,
Dove si è nascosto il mio martello?
La mamma l’ha rimosso,
perché alla Troisi l’avrei dato addosso.

Da leggere tutto d’un fiato.

Posted in Aggressivo, Bei Siti, Editoria, Fantasy in generale, Interviste, Libri, Realismo, Recensioni, Riflessioni, Sarcasmo | 6 Comments »

Azzolini intervista la Redivo e Taotor commenta le boiate peggiori

Posted by Smerdacchio su 3 febbraio 2008

Taotor decide di commentare su Il Rifugio di Taotor quanto scritto da Azzolini per Fantasy Magazine nell’ennesima intervista, della rinomata scuola dello Stil Marchetta, dedicata questa volta a Fabiana Redivo:
http://federico-russo.blogspot.com/2007/12/nova-era-del-fantasy-ma-io-non-me-nero_21.html

Estratto…

È tuttavia giunta alla notorietà grazie alle due trilogie [ cosa? quale notorietà? Aspé, mi sa che solo voi che vivete trai i monti la conoscete, qua tra l’Africa e la Grecia non ne sappiamo niente] ambientate in un mondo controllato dai quattro elementi [Gli elementi?… Ancora?… Come i Power Rangers?]: Afra la terra [hm…], Hydara l’acqua [oddio, dal greco hydor… che scarsa fantasia…]

Le interviste e gli articoli marchettari commentati con la giusta cattiveria valgono più di mille articoli dotti sul genere fantasy.

Posted in Contro i Leccaculo, Fantasy in generale, Interviste, Marchette, Sarcasmo | Leave a Comment »

Demenza militare nel primo capitolo delle Cinque Stirpi di Heitz

Posted by Smerdacchio su 2 febbraio 2008

Uno dei primi articoli di Gamberetta per Gamberi Fantasy su questioni di buon senso nei romanzi Fantasy, prendendo di mira Le Cinque Stirpi di Markus Heitz:
http://fantasy.gamberi.org/2007/08/19/il-coniglietto-grumo-l’arte-della-guerra-edizione-tedesca/

Estratto…

Ovviamente, nella miglior tradizione del fantasy, non solo migliaia di cicli solari di guerra non hanno portato al minimo sviluppo tecnologico, ma non hanno neanche spronato le parti in causa a ideare semplici stratagemmi: alle creature delle tenebre non è mai neanche passato per la mente di provare a scavare sotto la Porta, così come ai nani non è mai sembrato utile costruire opere difensive, quale ad esempio un misero fossato.

Molto divertente. E non è neppure il post migliore del sito.
Da mettere nei propri feed senza pensarci due volte!

Posted in Articoli e Post, Fantasy in generale, Libri, Realismo, Sarcasmo | Leave a Comment »

Taotor commenta l’intervista a Davide Marco di Azzolini

Posted by Smerdacchio su 1 febbraio 2008

Intervento di Taotor su Il Rifugio di Taotor riguardo un’intervista di Luca Azzolini all’autore della Trilogia di Lothar Basler:
http://federico-russo.blogspot.com/2008/01/un-pessimo-recensore-per-un-bravo.html

Estratto…

La quarta di copertina non è penosa, è da suicidio. Ma il recensore sembra quasi faccia ironia su questa disgrazia! Ribadisce la sua inadeguatezza nel recensire! Come se non bastasse, in copertina c’è quella che, per quanto ne so, sembra una katana; il romanzo ha atmosfere oscure, gotiche, ma né il recensore né l’autore ci danno alcun indizio che identifichi l’opera come anche minimamente orientale quanto ad ambientazione.

Forza Taotor! Il muro delle cattive abitudini dei recensori si abbatte una picconata alla volta.

Posted in Contro i Leccaculo, Interviste, Marchette, Sarcasmo | 2 Comments »

Uomini o caporali?

Posted by Smerdacchio su 1 febbraio 2008

Denuncia di Angra su Carmille contro un certo servilismo degli aspiranti scrittori…
http://angra-planet0.blogspot.com/2007/12/uomini-o-caporali.html

Estratto…

Mi serve infatti a far capire il dolore che mi dà, andando a curiosare su forum come l’odiato (da me) FantasyMagazine, vedere dei giovani che umiliano la propria intelligenza (chi ce l’ha) leccando culi a manovella, convinti di poterne avere un giorno un vantaggio (nu se sa mai, diciamo a Genova). Fra i lettori del genere, sono tanti infatti gli aspiranti scrittori.

Un post degno di attenzione e che ben riflette un certo atteggiamento imperante online.

Posted in Articoli e Post, Contro i Leccaculo, Editoria, Fantasy in generale, Riflessioni | Leave a Comment »